Riapre il Museo Archeologico di Stabiae

A Castellammare di Stabia, oggetti di vita quotidiana delle lussuose ville romane d’otium o delle dimore rustiche

Riapre, dopo la forzata chiusura, il Museo Archeologico di Stabiae inaugurato nel settembre del 2020. La struttura è intitolata a Libero D'Orsi(1888-1977), appassionato studioso delle ville stabiane e dei reperti del territorio. Il museo si trova nella reggia di Quisisana, recuperato dal Parco Archeologico di Pompei. Sono presentate numerose testimonianze della vita quotidiana che si svolgeva nelle lussuose ville romane d’otium o nelle dimore rustiche, fattorie dell’Ager Stabianus, tutte costruite in luoghi di grande suggestione paesaggistica e affacciate sul golfo di Napoli. La collezione presenta manufatti, dall'età arcaica al 79 d.C., di varie forme e materiali: frammenti di affreschi, pavimenti in opus sectile, stucchi, sculture, terrecotte, strumenti agricoli e una grande varietà di vasi da vino, provenienti dalle adiacenti vigne, e recipienti di pregio destinati alla ritualità del convivium.

Museo Archeologico di Stabiae Libero D’Orsi, Reggia di Quisisana, Castellamare di Stabia (NA)
www.pompeiisites.org; pompei.ufficiostampa@beniculturali.it tel. 081-8575327

Scopri tutti gli artigiani